La luna di ieri sera

Ieri sera la luna è venuta a trovarmi.

È venuta da sola e all'alba.

È entrata silenziosamente dalle grandi finestre della mia camera da letto

inondando lo spazio con la sua pallida luce bianca.

Dal profondo del sogno

Ho sentito la sua presenza sul mio viso e sulle palpebre.

Mi ha chiamato per incontrarci.

Ho seguito la chiamata.

L'incontro è avvenuto

e mi sono svegliato dal sogno.

Ho aperto gli occhi e ho visto la sua testa.

Un bagliore intenso ha scosso il mio midollo

e mi ha trasportato nel mondo

dell'occhio che non dorme mai.

Veglia e sonno, la stessa fantasticheria.

È stato solo un breve secondo,

un eterno secondo

in cui l'effimera eternità degli istanti

chi era presente, ma sono già andati

coperto tutto.

A seguito di, mi sono riaddormentato.

Questa mattina, al risveglio,

Ho ricordato l'incontro notturno

sì, nel farlo,

l'occhio che non dorme mai è ancora sveglio.

Si apre una strada

tra il sonno sveglio e il sonno sveglio.

Il tuo,

gennaio, 2021

Condividi questo:

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

diciannove − sedici =